Cosa fare se...

Dopo alcuni giorni dall'inizio delle lezioni, arrivano segnalazioni e allarmi vari su presunti contagi, casi, contatti stretti o meno stretti, etc.

Si comprende bene la preoccupazione di famiglie e studenti, nonché del personale tutto. Premesso che non è possibile arrivare, almeno al momento, al rischio zero, si deve tuttavia ricordare che esistono passaggi e procedure per affrontare le situazioni che, potenzialmente potrebbero verificarsi, con diverse modalità.

Ricordando la necessità di un'attenta lettura del Protocollo della Scuola, in costante aggiornamento, si ritiene opportuno quindi richiamare l'attenzione sulla corretta modalità di comunicazione e gestione delle situazioni

1. In caso di accertata positività (tampone molecolare) si parla di "contagio"; l'Autorità sanitaria dispone l'isolamento del contagio per 14gg. fino a doppio tampone negativo. Può altresì disporre quarantena per contatti stretti del contagio. Sempre l'Autorità sanitaria dispone ulteriori accertamenti (tracciamento) che può arrivare fino all'eventuale quarantena della classe frequentata dal/la contagiato/a. In caso di contagio accertato la famiglia deve inviare mail al referente Cod. della scuola referente_covid@liceopertini.edu.it

2. Emergenza di sintomatologia riconducibile a possibile Covid - 19 la famiglia contatta il medico di base o pediatra di libera scelta, che opererà le opportune valutazioni del caso. In caso di malattia non riconducibile a Covid 19, quindi una situazione di malattia ordinaria, sarà cura della famiglia inviare alla scuola opportuna comunicazione secondo le indicazioni del Sistema sanitario regionale Liguria (Modello B, circ. 033).

E' importante dunque assumere di fronte alla nuova situazione sanitaria una pacata, attenta e scrupolosa osservanza delle procedure sopra descritte, le uniche utili al contenimento di eventuali cluster epidemiologici.

Per tutte le altre segnalazioni, richieste o dubbi scrivere a referente_covid@liceopertini.edu.it

Si allegano ulteriori indicazioni utili alle famiglie.

 

 

 

Pubblicata il 24 settembre 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.