Il libro della settimana

AA.VV., La grande regressione. Quindici intellettuali da tutto il mondo spiegano la crisi del nostro tempo, Milano, Feltrinelli, 2017.

 

Nel volume, curato da Heinrich Geiselberger, quindici intellettuali lanciano la sfida globale: creare una nuova narrazione, capace di capire il presente. É forse finita la crisi economica? Finirà mai? Mentre Nel mondo occidentale lavoro, ricchezza e stabilità si riducono sempre più a favore di pochi; la retorica della sicurezza prende il posto della rivendicazione dei diritti umani e civili e i principi di cooperazione transnazionale sono sostituiti da violenti appelli per il rafforzamento della sovranità degli stati. Così ci si trova davanti a fenomeni che si credevano ormai superati: la demagogia quasi imbarazzante di Donald Trump, la rinascita di movimenti politici di chiara impostazione violenta, autoritaria e xenofoba, la bruitalizzazione e volgarizzazione dle discorso politico e dei suoi attori. Come è possibile superare allora tutto questo, visto che gli strumenti a disposizione traidizionali si sono rivelati inefficaci? Se lo chiedono e provano a dare una risposta gli intellettuali autori di questo ineressante testo.

«I problemi che oggi abbiamo di fronte non ammettono bacchette magiche, scorciatoie e cure istantanee, ma richiedono niente meno che un’altra rivoluzione culturale. Servirà un’autentica visione globale a lungo termine – e tanta pazienza» - Zygmunt Bauman.

Buona lettura.



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.