Credito scolastico.

Il credito scolastico tiene conto del profitto strettamente scolastico dello studente ed è prioritariamente risultante dalla media dei voti conseguiti; considera inoltre, nell'arrotondamento alla fascia superiore del punteggio, le esperienze maturate all'interno e al di fuori dell’ambiente scolastico, in coerenza con l’indirizzo di studi e, purché, tali esperienze siano debitamente documentate.

CREDITO SCOLASTICO 

Il credito scolastico e’ un punteggio che si ottiene durante il secondo biennio e il quinto anno della Scuola Secondaria di II grado e che dovrà essere sommato al punteggio ottenuto alle prove scritte e alle prove orali per determinare il voto finale dell’esame di Stato. Nell’attribuzione del credito scolastico si tiene conto delle disposizioni vigenti per gli alunni regolarmente frequentanti il 5° anno; nei casi di abbreviazione del corso di studi per merito, il credito e’ attribuito, per l’anno non frequentato, nella misura massima prevista per lo stesso dalla tabella A, in relazione alla media dei voti conseguita nel penultimo anno. Ai fini dell’attribuzione concorrono: la media dei voti di ciascun anno scolastico, il voto in condotta, l’assenza o presenza di debiti formativi. Il punteggio massimo così determinato e’ di 25 crediti

Per i candidati interni l’attribuzione si basa sulla seguente tabella:

Media dei voti
 

Credito scolastico

Classe terza

 

Credito scolastico

Classe quarta

 

Credito scolastico

 

Classe quinta

M = 6 3 - 4 3 - 4 4 - 5
6 < M ≤ 7 4 - 5 4 - 5 5 - 6
7 < M ≤ 8 5 - 6 5 - 6 6 - 7
8 < M ≤ 9 6 - 7 6 - 7 7 - 8
9 < M ≤ 10 7 - 8 7 - 8 8 - 9

 

 

 

candidati esterni sostengono l’esame preliminare in presenza del Consiglio di classe, il quale stabilisce preventivamente i criteri di attribuzione del credito scolastico e formativo.

E’ possibile integrare i crediti scolastici con ulteriori esperienze che integrano l'offerta formativa del Liceo, svolte all'interno e all'esterno di esso.

Tali esperienze, come ad esempio le attività dei cinque ambiti del PTOF, oltre che entrare nel curricolo personale dello studente, concorrono alla determinazione del punteggio del credito scolastico; se si tratta di attività con caratteristiche di attinenza al curriculum formativo e se svolte in un determinato numero e consistenza infatti il Consiglio di classe può attribuire il punteggio del credito scolastico secondo la fascia superiore della banda di oscillazione dei punteggi. Il Consiglio di classe procede alla valutazione e al riconoscimento di tali esperienze sulla base di indicazioni e parametri preventivamente individuati dal Collegio dei Docenti al fine di assicurare omogeneità nelle decisioni dei vari Consigli di Classe, e in relazione agli obiettivi formativi ed educativi propri dell'indirizzo di studi e dei corsi interessati. 

Riferimenti normativi:

- DPR 22 giugno 2009, n. 122, art. 6. comma 2;

- Decreto Ministeriale 16 dicembre 2009 n. 99;

- Decreto Ministeriale 24 febbraio 2000 n. 49;

- Decreto Ministeriale 10 febbraio 1999, n. 34, art. 1.

 

CRITERI PER L’ATTRIBUZIONE DEL CREDITO SCOLASTICO

 

Allegato 3 al Verbale n. 2  Collegio dei docenti

12.09.2019

 

  1. Le esperienze che danno luogo all’acquisizione dei crediti formativi, di cui all’art. 12 del Regolamento ex D.M. 99/2009, sono acquisite, al di fuori della scuola di appartenenza, in ambiti e settori della società civile legati alla formazione della persona ed alla crescita umana, civile e culturale quali quelli relativi, in particolare, alle attività culturali, artistiche e ricreative, alla formazione professionale, al lavoro, all’ambiente, al volontariato, alla solidarietà, alla cooperazione, allo sport. Tale partecipazione ad attività extrascolastiche è sottoposta a previa verifica del Consiglio di classe affinché da esse derivino competenze coerenti con l’indirizzo della scuola. La certificazione a cura dell’ente esterno deve essere corredata da elementi fondamentali quali:
  2. a) descrizione dell’attività svolta;
  3. b) periodo di effettuazione;
  4. c) eventuale giudizio sulla prestazione;
  5. d) firma e timbro originali;

Inoltre può essere certificata anche la partecipazione attiva e proficua ad attività integrative scolastiche (deliberate dal Consiglio di Classe o previste nel P.O.F.) che vengono monitorate da un ente esterno (solo se positive). Si considerano in tal senso: Certificazioni in lingua (es. PET, First Certificate), personali esperienze lavorative certificate, Learning week. ECDL, e simili.

 

  1. La partecipazione ad iniziative complementari ed integrative rientra tra le esperienze acquisite all’interno ovvero all’esterno della scuola; queste concorrono alla definizione del credito scolastico.

 

  1. Per l’integrazione del credito scolastico alla banda superiore del punteggio di oscillazione come previsto dal DM n. 99 del 16 Dicembre 2009, secondo quanto disposto modificata dal D.M. n. 42/2007 concorrono attività complementari e integrative di tipo culturale, artistico, sportivo, etc. svolte anche all’interno della Scuola, nella frequenza certificata di almeno VENTI ore; tali attività devono essere state svolte nell’anno scolastico in corso e rientrano nei seguenti parametri
  2. a) Partecipazione attiva e proficua ad attività integrative scolastiche (deliberate dal Consiglio di Classe o previste nel P.O.F.):
  3. b) Partecipazione a progetti di istituto;
  4. c) Partecipazione a progetti di classe;
  5. c) Collaborazione ad attività di orientamento – accoglienza – open day- stage di classi della scuola secondaria di I grado, ecc.
  6. d) Partecipazione a stage linguistici e aziendali;
  7. e) Frequenza a corsi in preparazione alle certificazioni linguistiche e successivo esame correlato;
  8. f) Partecipazione a corsi pomeridiani in lingua.

 

È necessaria la partecipazione ad almeno due attività e la relativa certificazione, con le caratteristiche sopra indicate, indipendentemente dalla media dei voti, per l’attribuzione del punteggio superiore del credito scolastico.

Laddove sia svolta una attività sportiva ad un importante e significativo livello agonistico (es. alunni rientranti nella sperimentazione studente – atleta) con consistente impegno settimanale e impegno agonistico continuativo nel fine settimana, è sufficiente la partecipazione ad un asola attività.

 

  1. L’integrazione del credito scolastico non si applica a quegli alunni laddove la promozione sia avvenuta a maggioranza.

 

  1. Tutte le certificazioni e attestazioni devono pervenire alla Segreteria didattica entro il 15 Maggio di ogni anno scolastico. Per le attività presenti nel POF della Scuola è possibile provvedere anche tramite autocertificazione

 

Criteri approvati dal Collegio dei docenti in data 12.09.2019 (Delibera n. 10/2019-2020).

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.