Ricky

Ricky

Sto pensando molto a Riccardo in questi giorni e di lui mi vengono in mente solo le risate che ci facevamo; la sua risata era contagiosa e ti infondeva una grande allegria. È sempre stato molto forte e ci teneva testa in tutto e voleva fare tutto, durante le lezioni interveniva con ragionamenti o domande che mi hanno lasciato spesso a bocca aperta facendomi ragionare a mia volta su tante cose. Col lui si poteva parlare di tutto, seriamente o meno e prendendoci in giro a vicenda spesso. Quando non era in classe si sentiva la mancanza di qualcuno e prima che entrasse sentendo la sua voce allegra nel corridoio già ti veniva da sorridere. Forse l'immagine più bella che ho di lui è durante lo stage all'asilo, me lo ricordo assaltato dai bambini ai quali piaceva tantissimo e lui che cantava sorridente e finita la canzone i bambini che chiedevano di rifarla ancora e ancora. Ci hai insegnato tanto ed eri, sei e rimarrai sempre il nostro Riki come ti avevamo soprannominato; ti ricorderò per sempre e in questo momento sento il bisogno di tornare a casa per poter prendere il disegno che mi avevi regalato e mettermi lì a pensarti col tuo bel sorriso. Ruben   Un saluto a te Riccardo che dal momento in cui entravi in classe, rendevi le lezioni più allegre grazie alla tua ironia, al tuo spirito di vita e alle battute che strappavano un sorriso a tutta la classe. Credo che ad ognuno di noi hai dimostrato come affrontare la vita con leggerezza e spensieratezza nonostante tutto. Hai dimostrato che si può raggiungere qualsiasi traguardo, basta volerlo. Hai dimostrato che bisogna sempre combattere, e sorridere.  Io e i tuoi compagni non ci dimenticheremo facilmente di te, delle liti che facevi con Lorenzo per le squadre di calcio, delle battute che facevi con Gabriele e Ruben,  dei complimenti che facevi a noi ragazze, delle canzoni che ci hai cantato spesso con la tua chitarra, della musica che mettevi a ricreazione con il tablet e a tutte quelle piccole cose che ci facevano sorridere tutti insieme. Spero che, almeno ora, tu abbia smesso di soffrire. Ciao Riccardo  Silvia Quasi cinque anni fa ho conosciuto quelli che sarebbero diventati i miei compagni in un percorso importante sia di studi che di esperienze. Infondo sono grata a ognuno di loro perché mi ha insegnato qualcosa nel corso di questi anni insieme; sicuramente uno di quelli che mi e ci ha insegnato di più è stato il nostro Ricky che fino all'ultimo non si è mai arreso, ha sempre tentato di fare il più possibile ignorando o cercando di "dimenticare" la sua disabilità. Ricky era davvero un ragazzo solare e simpatico e quando non c'era in classe si sentiva la sua mancanza. Mi viene ancora un sorriso se penso a tutte le sue risate e le sue battute di quando era in corridoio che noi invece dalla classe sentivamo benissimo, magari durante un tema o un compito di latino.  Mi mancherai Ricky, davvero tanto, mi mancheranno le tue battute e i tuoi modi sempre gentili. Ti porterò sempre nel cuore  Un grande abbraccio alla tua mamma  Monica   Dal primo giorno in cui ho messo piede in classe, i professori ci hanno sempre fatto notare con orgoglio e sorpresa la forza interiore di Riccardo e, nonostante le sue mille difficoltà, la sua spiccata intelligenza. Quando per tutti noi era un’altra banale e noiosa giornata, lui entrava in classe talmente allegro da farci rendere conto di quanto ogni singolo giorno sia prezioso e quanto la vita abbia tanto da offrire anche nelle piccole cose. Con le sue battute nei momenti di silenzio è stato in grado di sciogliere momenti di difficoltà generale, con le sue riflessioni di farmi pensare. Mi porterò sempre dentro anche le sue fragilità, i momenti in cui si permetteva di lasciarsi andare alla tristezza, i suoi piccoli segreti e i suoi racconti. Era più coraggioso di tutti noi nel mostrarsi al 100% e nell’aprirsi. Come ogni perdita, lascerà in me un piccolo vuoto che non sarò mai in grado di colmare e mi ricorderà sempre di lui, lo porterò sempre nel cuore. Abbraccio forte tutti i suoi cari. Cecilia   Ci ha insegnato a ridere delle avversità della vita e a goderla come si può. Ci ha dimostrato l'importanza dell'impegno e della passione, come quelle che metteva nel canto, nel suonare la chitarra e in tutto ciò in cui si cimentava. Riposa in pace Richi, sarai ancora vivo nei nostri ricordi. Elisa   Riccardo ha sempre avuto una forza e un coraggio che mi hanno colpito. Non L ho mai visto scoraggiato ma sempre pronto a superare i suoi limiti fisici con la determinazione di un vero guerriero. L'abbiamo visto sorridere anche nei momenti di difficoltà e rialzarsi con tutta la forza del mondo dimostrando che volere e’ potere e che ci voleva ben altro per fermarlo. È stato un esempio per tutti noi, ci ha insegnato a non scoraggiarci davanti alla prima difficoltà e ad affrontare tutto a testa alta con coraggio. Ti vogliamo bene Riccardo e rimarrai sempre parte integrante della classe. Giorgia     Riccardo era speciale, pieno di grinta e in continua sfida con se stesso per dimostrarsi che poteva fare tutto, pur andando oltre i suoi limiti Non ho mai conosciuto un ragazzo con così tanta voglia di fare, mi ha insegnato tanto, soprattutto a sorridere sempre, in tutte le circostanze della vita  Lo porterò sempre nel mio cuore, ciao vecchia roccia Ester   Ciao Ricky Nessuno si sarebbe aspettato te ne andassi via così, hai lasciato un vuoto dentro a tutti, perché penso che chiunque abbia avuto l’onore di conoscerti nel corso della tua vita, abbia sicuramente imparato qualcosa.  Io ti porterò sempre con me, la tua compagna di classe Allegra   Riccardo, un ragazzo d’oro che si rivelò sin dal primo giorno di scuola pieno di grinta, di voglia di fare, di conoscere cose nuove e riusciva grazie alla sua bontà a trasmettere la sua allegria a tutti noi, compresi i professori.  Porterò per sempre nel cuore il suo sorriso e i bei momenti passati con lui.  Ciao Riccardo Elena   Ricorderò Riccardo sempre con il sorriso, proprio perché lui, ogni mattina, quando entrava in classe me lo faceva spuntare. Era un ragazzo d’oro, e lo porterò sempre nel mio cuore, con la sua spontaneità riusciva a tirare su il morale alle persone, una cosa che non tutti sanno fare.  Resterà una delle persone più genuine che io abbia mai conosciuto. Ciao Riccardo, sarai sempre insieme a noi. Valentina

Ricky

Ricky

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino. Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio. Il mio dura tuttora, nè più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede. Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio non già perché con quattr'occhi forse si vede di più. Con te le ho scese perché sapevo che di noi due le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate, erano le tue.       Riccardo Orsi è stato uno dei miei allievi più interessati alla discussione filosofica, in classe con i suoi compagni di 4C, con il piacere di rubare il tempo alle lezioni più scolastiche e alle verifiche, alle quali voleva comunque spesso partecipare e con grande impegno. Lo appassionava specialmente la politica e la morale, questioni sulle quali ci stuzzicavamo amabilmente e ogni occasione era buona per confrontarsi. A volte ci sorprendeva tutti per la velocità dei suoi interventi che anticipavano, con un’intuizione al volo, puntuale e profonda, tutto il seguito della mia argomentazione. Non aveva tanto tempo da perdere il nostro amatissimo Ricky. E’ stato un anno intenso, quest’ultimo, pieno di esperienze sia a scuola sia con l’Isforcoop. Viaggio d’istruzione a Firenze con tutti, con la prof.Bruno e con la sua adorata mamma, un giorno di stage presso una scuola dell’infanzia, la festa per i 18 anni in classe, le paraolimpiadi e le medaglie con la prof.Patrignani, il campo di una settimana da solo a fine anno, i momenti di crescita e di proiezione nel futuro, consapevole delle difficoltà, ma pieno di positività. Ricordo l’esperienza dello stage: nell’organizzarla con la prof.ssa Sara Cappellini Maggiore e con l’educatrice Giorgia Ciulla, temevamo che potesse perdere l’equilibrio e avevo raccomandato che interagisse con i bambini della scuola dell’infanzia da seduto. E’ stata una mattinata felice, con Monica e con Ruben e soprattutto con i bambini che gli sono venuti intorno per ascoltarlo raccontare una storia e poi per cantare insieme. Uno addirittura ha voluto andargli in braccio e Ricky il giorno dopo, visibilmente commosso, mi ha detto. “Sono felice, prof, grazie, per un attimo ho provato tutto il calore e la gioia di un padre!”. Ricky era un grande, pronto alla vita, pieno d’amore. Spero di poter abbracciare la sua mamma di cui porterò sempre nel cuore il ricordo. Genova, 14 Luglio 2019 Stefania Fabris   "Ave magistra", con queste parole mi accoglievi in classe ogni mattina ed io ti rispondevo "Ave discipule". Quante risate insieme, la tua simpatia, la tua ironia, rendevano più liete le ore di lezione. Come dimenticare le tue schermaglie con Lorenzo per la diversa fede calcistica, o la tua passione per la musica, le tue battute divertenti al ristorante a Firenze e le partite a Uno la sera in albergo durante il nostro viaggio di istruzione. Caro Riky, ci hai dato e insegnato tanto, sono orgogliosa di averti avuto come alunno, sarai sempre nel mio cuore. Paola Bruno   Leggendole queste parole ad alta voce  si sono commossi sia mio marito che mia figlia; io purtroppo avevo Riccardo in classe solo un'ora a settimana, ma era contento di poter fare inglese facendosi grasse risate quando bisticciavo con Ruben o con Gabriele. A ricreazione si parlava di Sampdoria e di musica classica...ancora non ci credo, oggi ho provato davvero un vuoto nel cuore. Monica Fabbri   Gli occhi che cercano, mentre le orecchie ascoltano attente. La bocca che sorride mentre le mani si muovono curiose. Questo sei tu Ricky, tra i banchi a scuola, con i compagni ,con gli insegnanti, nel mondo. Il tuo essere sempre allegro, sempre gentile, sempre presente. Il tuo instancabile desiderio di farcela, di metterti in gioco, di ridere. Così sei stato, sei e sarai, come ti dicevo sempre..il mio scienziato preferito. Prof Sara Arena    


Peer to peer estivo

Peer to peer estivo

Dal 15 Luglio tutte le mattine per studiare e recuperare insieme

Al Liceo Pertini i primi diplomati Esabac nel LES

Al Liceo Pertini i primi diplomati Esabac nel LES

Tredici studenti della 5E del Liceo Economico sociale conseguono il secondo diploma. Ad essi si aggiungono 9 studenti del Lceo LInguistico

Esami di Stato 10 volte 100

Esami di Stato: 10 volte 100

Terminate le prove. Esiti complessivi in ulteriore miglioramento per il Liceo


Appennino Lab

Appennino Lab

Sei giorni di camp di formazione e orientamento per due studenti del Liceo

Iscrizioni 2019  2020

Iscrizioni 2019 - 2020.

Procedure di perfezionamento

Eccellenze Vostre su Tempo Presente

Eccellenze Vostre su "Tempo Presente"

La prestigiosa rivista ospita due articoli degli studenti partecipanti al progetto P2 "Eccellenze Vostre"


una irRAGIONEVOLE visione

una irRAGIONEVOLE visione

Dopo "Esopo Opera Rock" al via il nuovo modulo del progetto "Istituzioni totali"

Consiglio di Istituto

Consiglio di Istituto

Salutiamo il Presidente, Sig.ra Maria Pia Indelicato, al termine del suo mandato

Liuteria e impresa Zacznijmy

Liuteria e impresa.... Zacznijmy!

In pieno svolgimento le attività a Kalisz presso la SAP Renovation


Attivit di recupero

Attività di recupero

Per gli alunni con sospensione del giudizio. Gruppi, calendari e orari

Liuteria e impresa

Liuteria e impresa

Tre settimane a Kalisz nella più importante azienda di restauro e rinnovo di pianoforti d'Europa

Caselle di posta elettronica istituzionale

Caselle di posta elettronica istituzionale

Ultimi aggiornamenti sulla migrazione al nuovo dominio edu.it


Il libro della settimana

Il libro della settimana

CANTORE - Dalla terra alla luna

Il disco della settimana

Il disco della settimana

Steve Hackett - Spectral mornings

Da vedere

Da vedere...

Mostre e manifestazioni

Si parla di

Si parla di...

Convegni e seminari


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.